Monitoraggio delle transazioni

La politica di antiriciclaggio e di prevenzione del finanziamento al terrorismo di Bitvavo è stata studiata per prevenire il riciclaggio di denaro nel rispetto degli standard europei contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento al terrorismo, incluso l'obbligo di disporre di controlli e sistemi adeguati per mitigare il rischio che la società sia usata per la criminalità finanziaria.

Pertanto la nostra divisione per la conformità monitora le transazioni per identificare eventuali attività anomale degli utenti. Una transazione sospetta spesso è incoerente con l'attività legittima del cliente, personale e non, con le sue conoscenze e con le sue disponibilità, e rientra potenzialmente in una delle seguenti tipologie di transazione.

Transazioni criptovalutarie in entrata o in uscita legate a uno o più dei seguenti punti:

  • Sanzioni
  • Finanziamento al terrorismo
  • Servizi ibridi
  • Borse ad alto rischio e borse peer-to-peer (ad esempio KYC)
  • Piattaforme di mining
  • Denaro rubato
  • Criptomercato
  • Ransomware
  • Piattaforme di gioco d'azzardo online
  • Negozi online (marijuana e farmaci)
  • Truffe
  • ATM Bitcoin
  • Servizi in giurisdizioni ad alto rischio (ad esempio, Iran o Venezuela)
  • Broker offshore (mercato dei cambi)

Transazioni peer-to-peer
Purtroppo non è possibile fare transazioni verso terzi (wallet che non appartengono all'utente) o verso altri account Bitvavo. Capiamo come il trasferimento di criptovalute tra persone con transazioni peer-to-peer possa sembrare un'attività legittima e tutto sommato innocente; tuttavia Bitvavo è una borsa criptovalutaria e non un fornitore di servizi di pagamento. In caso di pagamenti fatti o ricevuti tramite Bitvavo, le misure applicabili possono prevedere la disattivazione dei depositi e dei prelievi in criptovaluta.

Piattaforme di gioco d'azzardo
Dato che il gioco d'azzardo non è proibito nei Pesi Bassi, capiamo come anche questa attività possa sembrare innocente; tuttavia i casinò criptovalutari sono illegali nei Paesi Bassi e non sono autorizzati. Inoltre Bitvavo non è un fornitore di servizi di pagamento e pertanto non vogliamo che la piattaforma sia usata come servizio di pagamento per casinò criptovalutari. Anche in questo caso, in caso di criptovalute inviate o ricevute da piattaforme per il gioco d'azzardo online, i depositi e i prelievi criptovalutari possono essere disabilitati.

La nostra divisione per la conformità esamina le attività anomale per determinare caso per caso se si tratta di attività sospette. Pertanto potresti essere contattato via email dall'indirizzo compliance@bitvavo.com perché la divisione necessita di informazioni e chiarimenti.

Se la divisione per la conformità decide che una transazione è sospetta, può agire comunicandolo all'Unità di informazione finanziaria e chiudendo l'account del cliente. Inoltre Bitvavo è tenuta a comunicare all'Unità di informazione finanziaria tutte le transazioni di valore superiore ai 15.000 €.

Questo articolo ti è stato utile?

Utenti che ritengono sia utile: 490 su 1043